L’Università Popolare di Rosignano nasce nel 1945 riprendendo la tradizione delle omonime associazioni di inizio novecento sparse per tutta Italia. Sin da quell’immediato dopoguerra si prefigge lo scopo di promuovere attività culturali e ricreative. Da settantacinque anni svolge la propria attività nella sede del Cinema-Teatro Solvay. Risale a quegli anni il prestigio a livello nazionale riscosso dal Teatro Solvay, diretto da Dino Lessi, grazie alle stagioni liriche, concertistiche e di prosa. La prima messinscena di un’opera lirica nel dopoguerra fu quella di “Tosca” nel 1947. Memorabile la stagione lirica del 1949 quando dopo aver curato la messinscena di “Rigoletto” e de “L’amico Fritz” ci fu la produzione della prima nazionale del “Mefistofele” di Arrigo Boito con Cesare Siepi (basso) per la direzione d’orchestra del maestro Umberto Berrettoni. Opere liriche tra le più importanti di Puccini, Verdi, Mascagni, Donizetti, Giordano, Cilea, Petrassi sono state messe in scena al Teatro Solvay nell’arco di un trentennio fino all’edizione de “Il Trovatore” di fine anni settanta. Molto ricca anche la programmazione concertistica con concerti, tra gli altri, di grandi orchestre come quella del Maggio Musicale Fiorentino, della Rias di Berlino, dell’orchestra di Radio Sofia, dell’Orchestra Regionale Toscana. Molto apprezzate le ricche stagioni di prosa al “Solvay”. Il Piccolo Teatro di Milano festeggiò il decennale della propria nascita il 14 maggio del 1957 al Teatro Solvay con la rappresentazione del celebre “Arlecchino servitore di due padroni” di Carlo Goldoni interpretato da Marcello Moretti con la regia di Giorgio Strehler ma al Teatro Solvay sono stati protagonisti tutti i più celebri protagonisti del teatro italiano: Dario Fo, Vittorio Gassman, Tino Buazzelli, Luigi Proietti, Franca Valeri, Ugo Tognazzi, Tino Carraro, Eduardo e Peppino De Filippo, Gino Cervi, Paolo Stoppa, Rina Morelli, Salvo Randone e tantissimi altri.

Ad accompagnare l’attività teatrale e cinematografica (con il cineforum particolarmente attivo negli anni settanta e ottanta) é quella dedicata alla formazione culturale con i corsi approntati dalle varie sezioni dedicate alle lingue, alla danza classica, alla scultura, alla pittura, alla fotografia poi affiancati nel corso del tempo da quelli di scrittura creativa, dizione e recitazione, danze moderne, informatica e internet. Attività che hanno portato l’Università Popolare ad avere centinaia di associati e divenire una tra le più grandi associazioni culturali della provincia di Livorno.

Nei due documenti qui sotto allegati sono riportati gli spettacoli lirici, di prosa, rivista e di varietà effettuati negli anni al Teatro Solvay.

Gli spettacoli al teatro SOLVAY dal 1946 al 1981

Teatro SOLVAY spettacoli lirici Direzione Artistica Dino Lessi